Archivio per luglio 2009



06
Lug
09

ALLEGRA – MENTE

04
Lug
09

PREVENIRE E’MEGLIO CHE IMPRIGIONARE PUBBLICATO SUL PORTALE DI JOHAN GALTUNG

Segnalo che l’articolo
PREVENIRE E’ MEGLIO CHE IMPRIGIONARE
è pubblicato sul portale di Johan Galtung
www.transcend.org/tms/article_detail.php?article_id=1446

E’ apparso anche in
GIORNALISMO DI PACE
Newsletter del Centro Studi Sereno Regis
N.2009/24 di giovedì 25 giugno 2009

silvia

Su questo argomento si rimanda alla lettura di
Le verità sull’indulto. Presentata a Padova la ricerca di Giovanni Torrente
http://liberostile.blogspot.com/2009/06/le-verita-sullindulto-presentata-padova.html

04
Lug
09

Il coro ALLEGRA-MENTE si è esibito ad Aosta il 2 luglio scorso

Il coro ALLEGRA-MENTE ad Aosta per l’inaugurazione della mostra di Luca Oliveri Le strade della pittura ha proposto tre brani:
ES TÖNEN DIE LIEDER (Anonimo)
MORGENSTUND
OH DU ESELHAFTER PEIERL K 560 (Mozart)
Un coro cresciuto musicalmente in modo sensibile rispetto allo scorso dicembre.
Emozionante
Le congratulazioni di liberostile a tutt* * cantant*
con stima
silvia

Il coro Allegra-Mente

Aosta 2 luglio 2009
C – Silvia Berruto
Recensione
“Prima assoluta ad Aosta del coro polifonico “Allegra-mente”: il canto come mezzo per trascendere i muri della discriminazione”
sul concerto del 6 dicembre 2008
01
Lug
09

COMUNICATO STAMPA TDU_30.06.2009_ ore 15,30

Comunicato stampa
Al passaggio di consegne “manca” la Proges
Le coop valdostane: non siamo responsabili di eventuali disservizi agli utenti
Aosta, 30 giugno 2009
Con l’obiettivo di garantire un adeguato livello di assistenza e un passaggio di informazioni utili a mantenere la continuità dei servizi sociali agli anziani fino ad oggi gestiti dal Consorzio Trait d’union ieri, lunedì 29 giugno, le parti interessate (Pro.Ges, Trait d’Union, Assessorato ai servizi sociali e le organizzazioni sindacali) hanno sottoscritto un accordo i cui contenuti sono stati veicolati in un comunicato stampa del Comune di Aosta.
A questo proposito, con chiaro riferimento ai punti contenuti nell’accordo, il Consorzio Trait d’Union vuole mettere al corrente la stampa delle seguenti “inadempienze” della Proges.
La cooperativa parmense non si è presentata con il suo referente all’incontro fissato alle ore 10 presso l’Assessorato ai servizi sociali. Riprogrammato per le 14 l’incontro ha registrato la presenza dei 5 coordinatori e del coordinatore generale del Trait d’Union e di due soli rappresentanti della cooperativa di Parma.
Gli stessi due rappresentanti della Pro.Ges al momento sono riusciti a fare una breve visita solo a 2 della 4 strutture per gli anziani la cui gestione è inserita nell’appalto. Ad aspettarli nelle stesse sono presenti come previsto dall’accordo, i coordinatori di Trait d’Union.
Visto la notevole difficoltà della Pro.Ges a rispettare tale accordo sottoscritto solo ieri alla presenza dei sindacati e delle istituzioni, i rappresentanti del Trait d’Union si interrogano seriamente su come sia possibile avviare un servizio così delicato senza avere le minime informazioni necessarie per non generare disagi all’utenza. Si chiedono anche come sia possibile fornire informazioni mirate e puntuali su 300 utenti nelle tre ore di riunione previste. In assenza di un numero congruo di coordinatori come faranno i nuovi assistenti ad intervenire in modo appropriato?
Ad un giorno dall’inizio del servizio la Pro.Ges, infatti, non dispone dei 5 coordinatori del Servizio di Assistenza Domiciliare, come previsto dal contratto, risorse umane indispensabili per poter realizzare il servizio. Tale situazione è ancora più grave se si aggiunge che sono ben 76 i lavoratori delle cooperative del Trait d’Union che hanno deciso di rimanere nelle proprie cooperative di appartenenza.
“Per noi è evidente come i nostri anziani e disabili siano a forte rischio di disservizi anche pesanti. Ci assumiamo l’onere di segnalare questa situazione molto rischiosa e vogliamo sia chiaro che i disservizi che da domani potranno crearsi non dipendono certo dalla nostra organizzazione.Trait d’Union era infatti disponibile a passare tutte le informazioni necessarie e utili per permettere alla cooperativa subentrante di poter operare al meglio. Il problema è che è mancato l’interlocutore. Un’impresa, questa, che ha dichiarato e comunicato per iscritto, in sede di gara, di possedere un numero adeguato di figure professionali, indicate nominativamente, elenco che in sede di valutazione è stato considerato addirittura “migliorativo” da parte della commissione”.
NG/09



luglio: 2009
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Mesi