28
Nov
10

Mohamed, per tutti “Mimmo” è stato espulso. Deportato in Egitto

Mohamed, per noi “Mimmo” è stato deportato in Egitto

Per TMS_TRANSCEND MEDIA SERVICE

Solutions-Oriented Peace Journalism

 

Giovedì 18 novembre 2010, alle ore 14,30 l’aereo che riporta Mohamed al Cairo è decollato da Malpensa.

Oltre ai 9 migranti deportati martedì 16 novembre, giovedì con Mimmo c’era un altro fratello.

“L’aereo sta partendo … davanti a me” – dice sconsolato Leòn – “l’aereo è in movimento …”

Arun, Jimi, Rachid e Sajat erano scesi dalla gru di Brescia solo tre giorni prima, lunedì 15 novembre, alle venti e cinquanta.

Dopo diciassette giorni di resistenza civile nonviolenta per alcuni dei 9 resistenti saliti il 30 ottobre sulla gru del presidio di Via San Faustino in Piazzale Cesare Battisti nel quartiere  multietnico del Carmine a Brescia.

La lotta dei migranti per il permesso di soggiorno continua.

Tenuto in isolamento nel CIE di via Corelli, a Milano, da lunedì a giovedì sino al momento della partenza, Mohamed ha pagato il prezzo di essere uno dei leader della lotta per i diritti di tutti i migranti e per la sanatoria.

Era stato fermato lunedì, a Milano, mentre cercava di evitare l’espulsione dei nove fratelli deportati il 16 novembre scorso.

Mohamed è riuscito a mettersi in contatto col suo avvocato poco prima del decollo, quando già era in aeroporto: Terminal 1, imbarco asl, gate B01.

Impossibile per il legale, Sergio Pezzucchi, recapitare a Mohamed documenti ed effetti personali.

Per mercoledì 17 novembre avevo preparato un report sulla fine della protesta sulla gru ed eravamo pronti per la registrazione di un contributo per una radio lombarda quando, nel primo pomeriggio, considerata la situazione in “certa” evoluzione, ho deciso di rinviare la diffusione del mio contributo-analisi che, a tutt’oggi, ancora non abbiamo diffuso via etere.

Purtroppo ho avuto ragione. Del resto non bisogna essere degli esperti internazionali.

Pezzucchi ha affermato: “Un’esecuzione così rapida di un provvedimento non si è mai vista. Significa che tutto era già programmato sin dal suo fermo.”

Le azioni legali immediate verteranno sul portare avanti i ricorsi. Il ricorso fondamentale dovrebbe essere quello relativo al rigetto della domanda di sanatoria di Mohamed affinché venga annullato e perché Mohamed possa tornare in Italia per completare la sua procedura di regolarizzazione.

“L’aereo sta decollando in questo momento…noi lo stiamo guardando dalle vetrate dell’aeroporto … ” dice Sergio Pezzucchi.

Gli aggiornamenti della serata di venerdì 19 novembre, secondo fonti accreditate e il report permanente, e puntuale, di Radio Onda d’Urto di Brescia, segnalavano che Mohamed-Mimmo si trovava ancora in aeroporto perché le autorità italiane lo avrebbero espulso senza ridargli il passaporto.

Si ascolti con fratellanza, compassione – nell’accezione più esclusivamente laica e greca – e onestà intellettuale, la voce di Mimmo. Dal Cairo, accompagnato ancora da chi, come Radio Onda d’Urto, ottempera alla parola data: non lasciare MAI SOLI i resistenti.

Notizia del 22 novembre scorso.

Tutti i giorni il presidio si ricompone, sempre in Via Faustino, a Brescia, dalle 17,30 in poi , poco distante dalla gru: per discutere e per continuare la lotta.

E’ in atto una campagna straordinaria di sottoscrizione per garantire il supporto legale per tutte le persone arrestate durante la protesta civile nonviolenta e per i ricorsi di tutti coloro che sono stati rinchiusi nei Cie e poi deportati.

Per le sottoscrizioni consultare la notizia su Radio Onda d’Urto del 22 novembre

Questa sera alle 20.00, proprio mentre sto chiudendo quest’ultimo aggiornamento, c’è grande attesa al presidio per Alex Zanotelli.

Resta

oltre al gran ” da fare” che bisogna fare

e al più presto

l’impossibilità a dirsi

per molte e molti di noi 

cittadine e cittadini italiani

Ho pianto

Per l’impotenza, nel dolore e nel tentativo di voler essere

anche

giornalista contro il razzismo

 

silvia berruto

 

portese – san felice del benaco – 27 novembre 2010

 

la voce di Mohamed-Mimmo 

http://www.radiondadurto.org/blog/2010/11/22/prosegue-la-lotta-per-i-permessi-di-soggiorno-e-per-i-diritti-dei-migranti/

sottoscrizioni

http://www.radiondadurto.org/blog/2010/11/22/campagna-straordinaria-di-sottoscrizione-per-sostenere-la-lotta-per-il-permesso-di-soggiorno/

Annunci

0 Responses to “Mohamed, per tutti “Mimmo” è stato espulso. Deportato in Egitto”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


novembre: 2010
L M M G V S D
« Ott   Dic »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Mesi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: