02
Apr
16

Nosotros

TU Y YO SOMOS UNO SOLO. La amistad no tiene límites by GENIAL

 

Questo minicorto è stato da me proposto ad alcune classi quarte elementari valdostane dopo l’illustrazione di “SIAMO TUTTI SULLA STESSA BARCA” un pistolotto piuttosto pesante intitolato “Fra storia/e e memoria/e : le deportazioni, le migranze, gli spaesamenti come cifre di vite sradicate. Per un’etica dell’accoglienza come antidoto ai separatismi e ai costruzionismi.” seguito da un approfondimento su “Quando i migranti siamo (stati) noi.Immagini e immaginari delle migrazioni.

Nell’ambito del progetto culturale © Collettivamente memoria 2016, il 15 febbraio 2016

Meraviglia, sollievo e lievità da parte delle piccole studentesse e dei piccoli studenti nei confronti di modi possibili e di tentativi di vita collettiva riusciti da parte degli animali superiori.

 

A qualche adulto ho inviato il corto con il seguente messaggio accluso:

Empatie possibili. Con sympathia nella visione propria dello stoicismo. Buona visione SL

 

Con sympathyca empathya. SILVIA

 

 

Di seguito il testo della canzone Catch & release di Matt Simons che correda il corto proposto da GENIAL

C’è un posto in cui vado (“andare”) 
Dove nessuno mi conosce 
Non è solo per stare solo
 È anche una cosa necessaria 
È un luogo che ho (“mi sono”) inventato
  Per scoprire di che pasta sono fatto 
Le notti in cui sono rimasto sveglio
 Contando stelle e combattendo il sonno.
Lasciarmi trasportare 
Sono pronto a perdere i miei piedi
 Andare nel posto in cui si rivela il mistero della vita
 Proseguire con costanza lungo il percorso
 Perdere ogni percezione del tempo 
Osservare  (“raccogliere”) tutto e svegliare quella piccola parte di me
 Giorno dopo giorno sarò cieco per vedere (“capire”)
 E scoprire fin dove posso spingermi
Tutti hanno le loro ragioni
 Tutti fanno il loro cammino 
Catturiamo e liberiamo
 Ciò che accumuliamo durante il giorno
Che entra nel vostro (“tuo”) corpo 
E scorre nel sangue
 Possiamo raccontarci segreti
e ricordare come si fa ad amare
C’è un posto in cui andare
 Dove nessuno mi conosce
 Se respiro molto lentamente
 Lo lascio uscire e entrare
 Può essere terrificante
 Morire lentamente
 Precisando inoltre che
 Finiremo da dove inizieremo
Dunque mi lascio trasportare
 Sono pronto a perdere i miei piedi 
Andare nel posto in cui si rivela il mistero della vita
 Proseguire con costanza lungo il percorso
 Perdere ogni percezione del tempo
 Osservare (“raccogliere”) tutto e svegliare quella piccola parte di me 
Giorno dopo giorno sarò cieco per vedere  (“capire”) 
E scoprire fin dove posso spingermi
Tutti hanno le loro ragioni
 Tutti intraprendono il loro cammino
 Catturiamo e liberiamo
 Ciò che accumuliamo durante il giorno
Che entra nel vostro (“tuo”) corpo 
E scorre nel sangue
 Possiamo raccontarci segreti
 e ricordare come si fa ad amare

 

e ricordare come si fa ad amare

 

Buona vita atTUTT*

 

 

 

 

 

 

Annunci

0 Responses to “Nosotros”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


aprile: 2016
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Mesi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: