20
Mag
16

Giornata nazionale di studi “La società del non ascolto”. Oggi nella Casa di reclusione di Padova

La società del NON ASCOLTO
Mi racconto, ti ascolto: esercizi di responsabilità condivisa
Giornata nazionale di Studi
Casa di reclusione di Padova
20 maggio 2016

Italy, Veneto, Padova

Dedicato a Marco Pannella

Più di 500 persone partecipano oggi alla giornata di studi “La società del NON ASCOLTO”.
Ristretti. Per qualche ora.
E dalla parte dei ristretti. Per sempre.

L’ospite-visitatore che entra nella casa di reclusione Due Palazzi di Padova, infatti, non può non diventare, se non lo è già, coinvolto in modo permanente e irreversibile sul tema del carcere.

Ho usato il termine ospite non a caso.
Infatti nelle giornate di studio nazionali che si svolgono annualmente in questo carcere si può sperimentare cultura a tutto campo e in primis proprio il senso dell’accoglienza.

Il programma di alto profilo culturale vede l’introduzione di ogni singola sezione
a cura dei ristretti della redazione della rivista Ristretti Orizzonti.

Sono anche fotografi e videomaker esperti, redattori e giornalisti che realizzano il reportage completo di ogni giornata di studi.

Ma sono soprattutto uomini che si raccontano.
Uomini che raccontano il dolore e la perdita di sé, di familiari, di pezzi di vita e della libertà, quando si è persa la strada.
E di quando, spesso in una frazione infinitesimale di tempo e di spazio, si commette un reato dagli effetti devastanti e irreversibili. Mi riferisco a chi è condannato al carcere a vita: all’ergastolo ostativo.
Il cui certificato di detenzione riporta il timbro con la fine pena 31/12/9999.
Erano 1174 nel 2015 i condannati al carcere a vita: senza fine, senza benefici o misure alternative.

Sono tutti uomini che hanno sbagliato e che raccontano la loro ricostruzione.
Con autocritica ma in prospettiva, per chi non è ovviamente “senza scampo” ovvero un ergastolano ostativo.
In un carcere come quello di Padova dove molti studiano, riprendono a studiare e anche a lavorare nel processo rieducativo.

In carcere per imparare.
Potrebbe essere lo slogan che unisce i ristretti e noi ospiti.

Quest’anno il titolo della giornata di studi è La società del NON ASCOLTO

Ristretti Orizzonti è una rivista.
Per la diminuzione dei contributi pubblici e degli abbonamenti rischia di chiudere.
Sosteniamo tutti l’esperienza e la rivista.

Ecco l’APPELLO di Ornella Favero, direttrice della rivista

 

IO SOSTENGO RISTRETTI ORIZZONTI.

 

Silvia Berruto

 

 

 

 

 

 

Annunci

0 Responses to “Giornata nazionale di studi “La società del non ascolto”. Oggi nella Casa di reclusione di Padova”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


maggio: 2016
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Mesi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: