Archivio per gennaio 2019

30
Gen
19

Gavardo 29 e 30 gennaio 2019. Secondo Collettivamente memoria

Collettivamente Memoria 2019
Dedicato a Italo Tibaldi, Ida Desandré deportati politici
e a Anna Cisero Dati staffetta partigiana
© Progetto culturale di Silvia Berruto
Giornalisti contro il razzismo
A.N.S.I. – Associazione nazionale stampa interculturale
Piemondo Onlus
ALMA TEATRO Torino

 

XII EDIZIONE
 

 

Ospite d’onore Ida Desandré. Deportata politica a Ravensbrück, Salzgitter, Bergen-Belsen

 

 

GAVARDO (Brescia)
  Martedì 29 gennaio e Mercoledì 30 gennaio 2019. Dedicato alle studentesse e agli studenti delle sei classe terze

SEMINARIO
Collettivamente memoria 2019 propone, per l’ottavo anno, una riflessione partecipata
sul fare memoria.
Fra storia e memoria si situa il dovere collettivo si fare memoria

 

 

 

NO alla guerra. Un ringraziamento agli alberi

 

Il dovere della testimonianza e il futuro della memoria

 

In memoria di Italo Tibaldi di Andrea Guerrini

 

Se questo è un uomo. Secondo Paolo Fresu

 
Costruzionismi. La costruzione dello “straniero” come altro da sé. Persone, modi e mondi possibili senza nemici e senza stranieri.
Per il diritto d’asilo e il dovere dell’accoglienza, secondo la Costituzione della Repubblica Italiana, la Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo e il diritto internazionale.

 

Solo andata

 

Il futuro della memoria

 

Sii tu il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo  Mahatma Gandhi
 

 

 

Ideazione, contributi e conduzione di Silvia Berruto
In collaborazione con la Biblioteca “Eugenio Bertuetti” di Gavardo presso l’aula magna della scuola secondaria di primo grado Giuseppe Bertolotti.

“Collettivamente memoria” è un progetto culturale di Silvia Berruto
© 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018, 2019.
 

® Riproduzione riservata

Annunci
27
Gen
19

Aosta_ 27 gennaio 2019_Giorno della Memoria. Secondo Collettivamente memoria

cm_2019_programma_finale_b

21
Gen
19

27 gennaio 2019_ Giorno della Memoria secondo Collettivamente Memoria

collettivamente_memoria_logo_grandebn copia

 

Collettivamente memoria 2019 propone per il 27 gennaio – Giorno della Memoria – una riflessione ed un percorso com-partecipati in co-conduzione con i suoi protagonisti di sempre: i giovani e i testimoni.

Testimoni, luoghi e memorie attraverso un percorso dalla/e storia e dalla/e memoria/e che si declina dal Giorno della Memoria “alla memoria di tutti i giorni” come auspicava Italo Tibaldi, deportato politico, maestro e amico, sostenitore del progetto culturale Collettivamente memoria al quale il progetto è dedicato, insieme alle amiche e maestre Ida Desandré, deportata politica, e Anna Cisero Dati, staffetta partigiana.

Dal No alla guerra al dovere di testimoniare e al dovere di non collaborare intesi come forme costruttive di impegno: umano, politico e culturale e collettivo.

Dai costruzionismi, neologismo coniato per significare la costruzione del nemico e/o dello straniero, all’arcaica e sempre attuale necessità di progettare una convivenza civile possibile, alla realtà di chi, spesso in un viaggio di sola andata, per scelta o per deportazione, ora come negli anni del fascinazismo, si vede negare il diritto ad una vita in dignità, in libertà e in sicurezza.

Alle testimonianze di ieri e di oggi che stanno a dirci che si parte perché costretti e per un altrove che spesso rimane persempre tale.
Per essere consapevoli che la solidarietà è un’utopia necessaria come ha scritto Stefano Rodotà.

Alla Filoxenia, l’amore per lo straniero, una delle risposte nonviolente al difficile e delicato problema dell’accoglienza responsabile: responsabilità e dovere di tutti.

Nella lucida consapevolezza dell’unica differenza esistente fra un regime non democratico e un regime democratico come ha insegnato Norberto Bobbio.
Il regime non democratico è un regime di tipo esclusivo che tende ad escludere persone e gruppi di persone dal godimento dei diritti fondamentali.
Il regime democratico è, al contrario, di tipo inclusivo e tende ad includere tutti nel godimento dei diritti fondamentali.

Restiamo umani !

 

Silvia Berruto, giornalista contro il razzismo

 

PROGRAMMA

 

Collettivamente Memoria 2019
Dedicato a Italo Tibaldi, Ida Desandré deportati politici
e a Anna Cisero Dati staffetta partigiana
© Progetto culturale di Silvia Berruto

 

Domenica 27 gennaio 2019
GIORNO DELLA MEMORIA
Espace Populaire
ore 18:00

“Dal Giorno della Memoria alla memoria di tutti i giorni” (Italo Tibaldi)

 

No alla guerra. Un ringraziamento agli alberi 
11.11.2018 ore 11.11. Di Mario Brunello, Paolo Rumiz, Filippo Lombardi e orchestra Villa Lobos. Parco naturale Paneveggio (Trento)

Se questo è un uomo. Secondo Paolo Fresu

Ex umbris ad memoriae lucem (10’56”) – Italia, 2017
                                                                 di Lorenzo Antonicelli, Vivien Bovard, Charlotte Catona, Silvia De Gattis, Erika Follis, Francesca Furia, Andrea Gaudio, Sophia Grosso, Luca Liffredo, Guido Marcoz, Jacopo Mochet, Pietro Mirabello, Pietro Perrone.

Della memoria. Il dovere della testimonianza. Intervento di Erika Follis

Non nel mio nome. Il dovere di non collaborare. Contributo di Silvia Berruto

Costruzionismi. La costruzione dello “straniero” come altro da sé.
Persone, modi e mondi possibili senza nemici e senza stranieri.
Per il diritto d’asilo e il dovere dell’accoglienza, secondo la Costituzione della Repubblica Italiana, la Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo e il diritto internazionale.

 

Qui ad Atene noi facciamo così. Dal Discorso agli Ateniesi, Pericle, 431 a.C.

 

TESTIMONI E TESTIMONIANZE

 

Solo andata. Prendre parti: scegliere da che parte stare

Qui ad Aosta NOI abbiamo fatto così. Testimonianza dell’immigrato politico Firat Ak.

(Qui) A Roccaforte del Greco (Reggio Calabria), i roccafortisciani hanno fatto così.
Testimonianza dell’immigrata economica Enza Falcomatà.
Extrait da I Grecanici di Paolo Bolano.

 

Il coraggio di restare soli. Messaggio di Domenico Lucano

 

FILOXENIA. L’amore per lo straniero.
Una risposta nonviolenta
Per Riace.

 

Organizzazione e co-promozione: Collettivamente memoria 2019 con ARCI/Espace Populaire.

 

 

“Collettivamente memoria” è un progetto culturale di Silvia Berruto 
© 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018, 2019.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Silvia Berruto, giornalista contro il razzismo

 




Annunci
gennaio: 2019
L M M G V S D
« Dic   Apr »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Mesi