Archivio per marzo 2010

30
Mar
10

CENTO MATTONI PER L’INTERCULTURA DELLA TORRE DI BABELE

MARTEDI 13 APRILE 2010
ore 18.00
CENTO MATTONI PER L’INTERCULTURA DELLA TORRE DI BABELE

LA RADIO INTERCULTURALE COME FORMA DI INTEGRAZIONE

28
Mar
10

Lettura collettiva della Costituzione della Repubblica Italiana

In “Collettivamente memoria 2010”

Non è mai troppo presto per leggere la Costituzione della Repubblica Italiana.
Una lettura che è Leitmotiv e canto d’amore per una terra libera come deve essere l’Italia.
Non è mai troppo presto per una lettura collettiva, trasversale, intergenerazionale e informale, del testo più importante per i cittadini italiani.
Una lettura collettiva è realizzata fra più persone insieme: nello stesso tempo e nello stesso spazio. In spazi diversi e plurali, di responsabilità e di proprietà comuni e collettivi: la biblioteca, la scuola e la piazza (agorà).
Dal basso.
“Non è mai troppo presto” è un imperativo categorico.
E’ un intento.
Una provocazione.
Riguarda contenuti e stili, anche didattici, sottesi all’impianto culturale, interpretato con taglio animativo e proposto, con stile partecipativo-attivo, a TUTTE e a TUTTI coloro che hanno voluto misurarsi in un progetto sperimentale quale è “Collettivamente memoria 2010.”
Le presenze registrate, ad oggi, fra studenti, insegnanti, giornalisti e attivisti culturali, cittadine e cittadini italiani ma anche stranieri per l’attuale governo italiano che stanno tentando di diventare a tutti gli effetti Italiani, cittadini italiani comuni, studiosi, operatori culturali ed appassionati estimatori di “Collettivamente memoria 2010” sono state circa 430.
Conclusa, in biblioteca regionale di Aosta, la prima parte del programma di “Collettivamente memoria 2010” squisitamente dedicata alla parte storica delle leggi razziali e alla visione integrale – prima assoluta in uno spazio pubblico in Valle d’Aosta, a quanto mi risulta del film di Claude Lanzmann “SHOAH” – è seguita l’ormai consueta ricognizione (di Collettivamente memoria, ndr) sullo stato delle cose nell’attualità. Anche quest’anno ancora, come nel 2009, a cura di Giornalisti contro il Razzismo per una giornata dedicata, ma non riservata, ad alcune classi campione di istituzioni didattiche aostane – è iniziata In biblioteca la lettura collettiva della “Costituzione Italiana” dedicata alla Partigiana Anna Dati e a tutte le donne R-esistenti.
Sono stati due gli incontri dedicati ai piccoli cittadini. Il primo per cittadini dai 6 ai 10 anni e il secondo per cittadini dagli 8 ai 12 anni. Questo il programma di massima.
Giovedì 11 marzo 2010, alle ore 17,30, presso il Teatrino della sezione ragazzi della  Biblioteca regionale di Aosta è stata effettuata la lettura del testo Il principe e la Costituzione di Stefano Bordiglioni a cura di Diana Barinetti e cui è seguita la lettura collettiva della Costituzione della Repubblica Italiana proposta dalla sottoscritta. Dopo la lettura dei primi 12 articoli della Costituzione è stato proposto un lavoro di gruppo, anche gioco di simulazione, per la ri-costruzione della costituzione della Repubblica di Uhr che ha visto piccoli e adulti collettivamente impegnati alla scoperta e alla costruzione di una costituzione condivisa.
Giovedì 18 marzo 2010, sempre alle 17,30 nel Teatrino della sezione ragazzi della Biblioteca regionale di Aosta era prevista la lettura di estratti del testo Sei stato tu? di Gherardo Colombo e Anna Sarfatti e poi la lettura collettiva della Costituzione della Repubblica Italiana proposta dalla sottoscritta.
Dopo la lettura di “Mangia i piselli”  e “Bimba da grande” effettuata da Francesco Cordone si è effettuata la lettura collettiva della Costituzione della Repubblica Italiana leggendo i primi 12 articoli ovvero I PRINCIPI FONDAMENTALI.
L’articolo 13, non a caso, è stato mirabilmente letto, a buon diritto e con autorevolezza, dalla partigiana Anna Cisero Dati presente per l’occasione e a completa disposizione dei piccoli cittadini.
Una bibliografia mirata,  per i piccoli cittadini, elaborata dai due bibliotecari è stata messa a disposizione e in distribuzione in biblioteca.
In entrambi gli incontri si sono ribaditi con forza il valore e il significato della democrazia, della sovranità popolare, dell’uguaglianza fra TUTTI i cittadini della REPUBBLICA, del DIRITTO AL LAVORO, della garanzia del diritto d’asilo allo STRANIERO, del RIPUDIO DELLA GUERRA, da parte dell’Italia, come strumento di risoluzione dei conflitti. E lo si è fatto sottolineando le scelte lessicali presenti nel testo: Repubblica, tutti, tutti i cittadini, a tutti i cittadini, diritto, tutte le confessioni religiose.
LA LIBERTA’ e le libertà INVIOLABILI sono state lette da Anna Cisero Dati nell’articolo 13 che ha sottolineato come “la Costituzione è nata dalla Resistenza che ha avuto inizio l’8 settembre 1943. Noi avevamo il governo fascista che voi fortunatamente non avete conosciuto.
Ma io l’ho conosciuto ed è per quello che ho cambiato idea.
E ho fatto la RESISTENZA.
Abbiamo pensato e studiato, dopo la Liberazione dell’Italia dal fascismo e dai tedeschi, che cosa si poteva fare per avere una legge normale che lasciasse liberi TUTTI con gli STESSI DIRITTI.
Mentre prima avevamo avuto un governo fascista che molti diritti non ce li riconosceva.”
“Collettivamente memoria” prova ad offrire occasioni di formazione e di confronto per i piccoli cittadini e studenti in cui gli adulti, insegnanti, attivisti culturali, studiosi, creino opportunità perché i giovani, e gli adulti stessi, siano spiriti liberi e critici, donne e uomini attivi, capaci di affrontare incontri e di posizionarsi di fronte a persone e situazioni, di contenuto e di forma solo apparentemente superiori alla loro portata anagrafica stimata, con preparazione, umiltà, cultura e voglia di essere protagonisti della loro vita e, con le loro scelte e azioni, della vita collettiva.
Collettivamente.
Rinviando la delega.
E assumendo la/e responsabilità personali dell’azione diretta nell’unica via possibile che rende tutti uguali: la via nonviolenta.
Solo così potremo essere un giorno collettivamente cittadini liberi e solidali.
Leggeremo ancora collettivamente la Costituzione della Repubblica Italiana a scuola (media inferiore e superiore nel mese di aprile), nella Biblioteca regionale di Aosta, sezione adulti) Sabato 10 aprile 2010 dalle 18 alle 19 e in piazza Chanoux il 25 aprile 2010.
La chiamata a raccolta è rivolta a tutti.
Collettivamente.
Per non dover mai dire: è troppo tardi.

Silvia Berruto, antifascista

Per INFORMAZIONE Valle d’Aosta – Politica, Cultura, Ambiente – n.06/2010

26
Mar
10

PIU DI 125.000 ACCESSI CONTEMPORANEI PER RAIXUNANOTTE


http://live.raiperunanotte.it

var gaJsHost = ((“https:” == document.location.protocol) ? “https://ssl.” : “http://www.”);document.write(unescape(“%3Cscript src='” + gaJsHost + “google-analytics.com/ga.js’ type=’text/javascript’%3E%3C/script%3E”)); try {var pageTracker = _gat._getTracker(“UA-10699422-3”);pageTracker._trackPageview();} catch(err) {}

25
Mar
10

25 MARZO 20101. E’ STATA UNA FESTA DELLE LIBERTA’ AGITE

liberostile  
era
tra i 120.000 accessi unici contemporanei 
in Internet


come appartenente a FNSI 
ribadisco e riconfermo il mio, 
il nostro,
nel senso di collettivo,

diritto/dovere
 di parlare 


articolo 21 della Costituzione Italiana

sb
25
Mar
10

25 MARZO ANCHE SU LIBEROSTILE

25
Mar
10

COSTITUZIONE ITALIANA. LETTURA COLLETTIVA in COLLETTIVAMENTE MEMORIA 2010

 Lavoro di gruppo sulla costituzione di Uhr (Teatrino della sezione ragazzi – Biblioteca regionale di Aosta) – Aosta 11.03.2010 – © Photo Silvia Berruto

Non è mai troppo presto!Per leggere la Costituzione Italiana.

Non è mai presto per una lettura collettiva, trasversale, intergenerazionale e informale del testo più importante per i cittadini italiani.

Una lettura collettiva è, provo a dire ai piccoli cittadini, è una lettura fatta in più persone. “Insieme”.
Non so se questa formula sia mai stata proposta e agita in Valle d’Aosta ma CM 2010 ha voluto provarci.

“Non è mai troppo presto” è un imperativo categorici. E’ un intento e una provocazione, anche didattici, sottesi all’impianto culturale interpretato con taglio soprattutto animativo e proposto, con stile partecipativo-attivo, a chi ha voluto misurarsi in un progetto sperimentale come è “Collettivamente memoria 2010.”
Le presenze ad oggi fra studenti, cittadini comuni e studiosi sono state circa 430.

CM 2010 propone una lettura collettiva della Costituzione Italiana negli spazi di responsabilità e di proprietà comuni e collettivi quali sono la biblioteca, la scuola e la piazza (agorà)
Dal basso.
Con l’invito rivolto a TUTTI ad esercitare un protagonismo civile e politico (polis) allargato.

Concluso il programma di “Collettivamente memoria 2010”, legato alla parte strettamente storica delle leggi razziali e della proposta della visione integrale, prima assoluta in uno spazio pubblico in Valle d’Aosta, a quanto ne so, del film di Claude Lanzmann “SHOAH” e alla consueta ricognizione (di CM, ndr) sullo stato delle cose nell’attualità, dedicato, ma non riservato, ad alcune classi campione di istituzioni didattiche aostane, è iniziata la lettura collettiva della “Costituzione Italiana”
Così.
Con due incontri dedicati ai piccoli cittadini dai 6 ai 10 anni e dagli 8 ai 12 anni e con questo programma.

Giovedì 11 marzo 2010
alle ore 17,30
presso il Teatrino della sezione ragazzi
Biblioteca regionale di Aosta
Lettura del testo Il principe e la Costituzione di Stefano Bordiglioni
Lettura collettiva della Costituzione Italiana
Per piccoli cittadini dai 6 ai 10 anni
Proposta da Diana Barinetti e Silvia Berruto

Giovedì 18 marzo 2010
alle ore 17,30
presso il Teatrino della sezione ragazzi
Biblioteca regionale di Aosta
Lettura di estratti del testo Sei stato tu? di Gherardo Colombo e Anna Sarfatti
Lettura collettiva della Costituzione Italiana
Per piccoli cittadini dagli 8 ai 12 anni
Proposta da Francesco Cordone e Silvia Berruto

Per questo sono state fondamentali la partecipazione e la promozione della Biblioteca regionale di Aosta a cura del dirigente Dottor Ercole Balliana, di Stefanina Vigna, dei due operatori della sezione ragazzi Diana Barinetti e Francesco Cordone.
Tutti i bibliotecari, nessuno escluso, della sezione ragazzi e come tutti i bibliotecari della sezione Adulti che hanno reso possibile la realizzazione di CM 2010 – tra gli altri cito qui, ma lo riprenderò per renderlo preciso, un elenco di tutti i collaboratori di CM 2010 –  Irene Bin e Sergio Rossi, come i tecnici René Désandré e Fabrizio Bethaz, hanno lavorato perché hanno creduto in questo progetto.

Perché “collettivamente” dobbiamo provare a formare piccoli cittadini e studenti, spiriti liberi e critici, donne e uomini attivi, capaci di affrontare e di posizionarsi di fronte ad incontri con persone e situazioni, di contenuto e di forma solo apparentemente superiori alla loro portata anagrafica stimata, con preparazione, umiltà, cultura e voglia di essere protagonisti della loro vita e, con le loro scelte e azioni, della vita collettiva.
Rinviando la delega.
E assumendo la responsabilità dell’azione diretta.
Nella sola via possibile che esiste: la via nonviolenta.
Solo così saremo collettivamente cittadini liberi e solidali.

Leggeremo ancora collettivamente la Costituzione Italiana: a scuola (media inferiore e suoeriore con date ancora in via di definizione), in biblioteca regionale Sabato 10 aprile 2010 dalle 18 alle 19 e in piazza Chanoux e il 25 aprile 2010.
La chiamata a raccolta è per la lettura collettiva del 25 APRILE 2010 è … collettivamente rivolta A TUTTI.

Silvia Berruto

“Collettivamente Memoria 2010” è un progetto culturale di Silvia Berruto.
Dedicato a Ida Désandré deportata politica è promosso dalla progettista, dalla Biblioteca regionale di Aosta, da Giornalisti contro il razzismo, con la partecipazione culturale dell’Istituto storico della Resistenza e della Società contemporanea in Valle d’Aosta e del Comitato Regionale A.N.P.I. Valle d’Aosta.

24
Mar
10

FNSI. 20 MARZO 2010

Fnsi
“Rai per una notte non sarà un ‘Santoro day’, noi siamo giornalisti schierati dalla parte del pubblico per raccontare quello che gli altri non fanno”

Da RaiNews24 a Sky Tg24 tutte le emittenti che seguiranno l’evento
Le modalità per le radio e le televisioni locali che intendano trasmettere in diretta la trasmissione-manifestazione di Bologna

20/03/2010

http://www.fnsi.it/Esterne/Home.asp




marzo: 2010
L M M G V S D
« Feb   Apr »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Mesi